MoneyRiskAnalysis – Borsadocchiaperti

S'ode un grido nella vallata. Rabbrividiscono le fronde degli alberi, suonate le campane, il falco è di nuovo a caccia!

  • Nemmeno un anno fa, mentre i Pir sembravano l’occasione del secolo, a detta dei venditori con la cravatta e la giacca ben profumata e corredata da foulard di seta pregiata, nel mio piccolo,  mi sgolavo in favore di Twitter. Le mie ragioni si fondavano sulla praticità delle cose, in quanto osservavo come Twitter si stesse […]

  • Secondo la teoria di Elliott-Fibonacci l’indice SP500 ha compiuto un’estensione ben superiore al 261% dell’onda 1, partendo da onda 2. L’estensione del Dax al momento non è andata oltre il 200%  che si trovava a quota 12997, salvo escursioni temporanee che lo hanno spinto fino a 13620 rientrate quasi prontamente. Per intenderci, nella migliore delle […]

  • Chissà se tra sette secoli si ricorderanno dell’operato di Draghi o dei rialzi di Amazon e Apple come adesso contempliamo i capolavori fatti dall’uomo nell’epoca rinascimentale?   Da diversi mesi i mercati sono chiusi in un range più o meno ampio, accusando una certa impossibilità nell’esprimere una tendenza chiara. Fra questi gli Usa hanno dimostrato una […]

  • Negli Stati Uniti, il numero delle case in affitto, rispetto al 2006 è aumentato del 20%, mentre quello delle case di proprietà è risultato invariato. Pertanto la percentuale dei proprietari di case è scesa al 64%. Tuttavia negli ultimi dieci anni, i prezzi degli affitti sono cresciuti in misura minore rispetto ai prezzi delle case […]

  • Questo sondaggio aiuta perfettamente a capire quanta strada in retromarcia sia stata fatta dall’Italia in tema di considerazione del concetto Europa. Ad oggi gli italiani, padri fondatori dell’Unione Europea e che ritengono cosa buona questa aggregazione, sono solo il 39%, contro l’80% dei tedeschi, degli olandesi e degli spagnoli. Definisco allarmante questo sondaggio, che conferma […]

  • La tensione tra Usa e Russia sembra aver preso una cattiva strada, forse pessima, soprattutto se guardiamo al fronte siriano. Ad aprire la guerra diplomatica contro Putin è stata sicuramente la GB, dopo le accuse sull’avvelenamento dell’agente Serghei Skripal. Le prime espulsioni infatti, hanno interessato personaggi discutibili russi in territorio britannico, ma tale operazione, con […]

  • SETTIMANALE: Secondo la teoria del “gli eccessi prima o dopo si pagano con gli interessi”, c’è da stare piuttosto abbottonati. Soprattutto la figura assomiglia a quelle che di solito passano alla storia. Qualche settimana fa avevo comparato la fase SP500 attuale a quella del Nasdaq nel 2000. Spezziamo comunque una lancia in favore dei perma-bullish […]

  • SETTIMANALE: L’Eurostoxx mostra la perfezione del quadrante di Gann che a quota 3520 indica la resistenza più importante. Nel breve il supporto da seguire con attenzione è posto a 3250 e successivo a 3155. Sotto questo livello sono attese accelerazioni verso il basso. La rsi settimanale è prossima ad entrare in territorio bearish con la […]

  • SETTIMANALE: la linea di Gann derivante dal quadrante che ho disegnato anni fa parla chiaro. Dopo la rottura avvenuta da tre settimane, l’indice tedesco ha perduto chiaramente la propria forza. Al momento il target più immediato lo troviamo a quota 11460, mentre un livello di intervento è situato a 10800. Sotto il supporto di 11460 […]

  • SETTIMANALE: L’indice più tenuto nella precedente settimana. Le ragioni sono da ricercare nella bassa direzionalità, oltre alla complicità di Draghi. Se crolla l’Italia e torniamo a parlare di periferici la vedo dura questa volta. Qualcuno si è arroccato. PUNTO. Il dato oggettivo è sicuramente la rottura del primo supporto a 22645, rappresentato dalla media a […]

  • Ah come rimpiango il vecchio giornale che sfogliavo tutte le mattine sulla scrivania, prima di iniziare la giornata lavorativa, per non parlare delle lunghe conversazioni con i clienti al telefono o con gli amici al bar nel bel mezzo di un aperitivo!!!   Oggi invece, insieme a qualche miliardo di persone sparso sulla Terra, mi […]

  • I cigni neri si manifestano sempre da dove meno te lo aspetti, anche se le conseguenze sono da ricercare in un cigno altrettanto nero manifestatosi nel Giugno 2016 il cui nome è Brexit. Theresa May ha annunciato l’espulsione di 23 diplomatici russi ritenuti agenti dei servizi di Mosca sotto copertura nel Regno Unito. La decisione […]

  • Tillerson era una delle poche colombe rimaste, all’interno di un’Amministrazione decisamente hawkish. Il fatto che Trump abbia preso la decisione di silurarlo e per lo più via Twitter, nominando Mike Pompeo come nuovo Segretario di Stato la dice lunga su come stia cambiando in negativo la politica estera degli Usa e di conseguenza la situazione geopolitica. […]

  • Le elezioni italiane hanno confermato un risultato completamente diverso da quello uscito in Francia circa un anno fa. Avevo sempre sottolineato il fatto, che a differenza dei francesi, gli italiani erano sempre più scettici riguardo all’Euro. Oltre il 50 percento degli italiani, non era tanto favorevole alla moneta unica, o meglio a questa UE, ritenuta […]

  •   La domanda non è “se”, ma “perché” ,  il Giappone vende T-Bond Usa? La banca del Giappone, con un bluff che forse passerà alla storia, oltre un anno fa, per dare l’idea di avere sotto controllo la politica monetaria, fissò un target minimo/massimo dei tassi decennali tra 0 e 0,10, in una fase in […]

  Jean Jaurès: è uno dei più grandi intellettuali francesi, del socialismo di inizio ‘900, che difese i diritti della classe operaia, la quale mano a mano, vide un impoverimento del potere di acquisto, mentre una minoranza capitalista si arricchiva sempre più. Alla vigilia della prima guerra mondiale, Jean Jaurès cercò di formare un movimento pacifista, basato sulla non reazione del movimento operaio internazionale, in risposta alle tensioni che nacquero […]

È l’unica depressione di cui si ha notizia, comparabile per gravità ed estensione con la Grande Depressione degli anni 1930, e le sue concomitanze monetarie replicarono abbondantemente quelle di questa crisi successiva. In entrambe, una parte sostanziosa delle banche negli Stati Uniti cessò di esistere per chiusura o fusione –circa un quarto nella prima e oltre un terzo nell’ultima contrazione–e la quantità di denaro decrebbe di circa un terzo. Non […]

Dopo i “cesso di paesi”, a Trump non poteva mancare nella propria collezione lo scandalo con la pornostar di turno. Una certa Stephanie Clifford, che nel 2016 avrebbe ricevuto un compenso di 130 mila dollari per il suo silenzio. Il problema, è che l’avventura sessuale sarebbe avvenuta un anno dopo il matrimonio con Melania. Credo che questo sia un bel biglietto da visita per avviare una procedura di impeachment, verso […]

Lo stock totale dei prestiti alle famiglie cinesi è in crescita del 25% da febbraio 2016. Questo ha spostato il rapporto pro capite debito/reddito ad un livello superiore al 100%. Il settore delle imprese ha raggiunto i 18 trilioni di dollari di debiti, e un sondaggio fatto da Reuters dice che il 25% delle aziende non ha avuto profitti sufficienti a coprire gli interessi. Le autorità centrali guidano le banche […]

Il caso Steinhoff (qualcuno l’ha già soprannominata la Enron 2.0) sta sollevando molte critiche, in merito agli acquisti di debito societario da parte della BCE, come parte del suo programma di stimolo monetario.   Draghi, nella conferenza di ieri, ha detto che il quadro di rischio del programma di acquisto, ha finora servito al meglio la banca.   “Gestendo programmi di acquisto così grandi, sul mercato delle corporate, non è […]

Gli indici stanno lassù, nelle vette da nessuno mai immaginate, alla luce di un ciclo, partito nel 2009, che non ha entusiasmato certo per la crescita, né tantomeno per un miglioramento della società in termini di benessere e soprattutto di progresso individuale. Niente da confondere con i floridi anni ’90, che videro l’affermazione dei computer e culminati con la nascita di internet. Piuttosto l’ultimo decennio ha visto come protagonista l’ottimizzazione […]

E così il Rosatellum ha visto l’approvazione alla Camera.   La nuova legge elettorale prevede:   1/3 di deputati eletti in collegi uninominali e i restanti 2/3 in collegi plurinominali secondo il sistema proporzionale. L’elettore tuttavia sarà obbligato a votare per il sistema plurinominale all’interno della coalizione scelta per il voto uninominale, onde evitare il voto nullo (divieto di voto disgiunto).   E’ chiaro che questa legge è stata fatta […]

  In questi giorni abbiamo visto come il Vix abbia raggiunto nuovi minimi negli ultimi 25 anni di storia. Più che della paura, questo indice potrebbe essere chiamato della “noia”. Un mercato che progredisce del 10% in due mesi, ma con movimenti medi superiori allo 0,5% avrebbe senza dubbio un Vix molto più elevato. Il fatto che questo indice sia invece a questi livelli significa che una noia così alta […]

La Germania si è confermata come fra le nazioni più europeiste dell’Unione.   Ebbene sì, se consideriamo, che solo il 20%, tra Adf ed estrema Sinistra, ha espresso un voto populista, differentemente a quanto avvenuto in Francia dove le ali estreme hanno raggiunto livelli tra il 35 e il 38 percento.   Per non parlare di quello che avverrà in Italia, visto che gli anti-Euro sono stimati in quasi il […]

Nelle precedenti settimane vi avevamo illustrato una serie di tabelle di dati ufficiali, dei paesi che compongono l’Eurozona. Dalle stesse risultava che, sia Francia che Italia, fossero i paesi con la minore sostenibilità del debito, mentre la Germania presentava una situazione completamente opposta, avendo già da qualche anno, un surplus pubblico di circa l’1% del Pil. Secondo alcuni studi, il ritmo del QE attuale, sarebbe in grado di azzerare i […]

Grafico daily Usd/Yen   Ad un aumento del risk-off dovrebbe corrispondere un rafforzamento dello Yen e quindi una perdita del cross in oggetto. Dal grafico possiamo osservare come il livello dei 108 punti sia un supporto importante sotto il quale potrebbe esserci un test in area 105,80/105. La resistenza più importante è situata a 111, mentre gli indicatori iniziano a convergere verso il basso, accompagnati da una direzionalità in aumento […]

Difficile analizzare e/o commentare mercati così: incapaci di reagire ad un evento come quello avvenuto Domenica, in merito al test nucleare attuato dalla Nord Korea, la quale ha violato qualsiasi trattato sulla sicurezza internazionale.   La logica direbbe che l’intervento armato è sempre più vicino. Questione di giorni se pensiamo alle provocazioni (verbali) fatte da Trump qualche settimana fa a Kim Jong-un?   Con molta probabilità i mercati pensano che […]

Jamie Dimon il Ceo di JP Morgan Chase, era al tavolo con i grandi nel 2008, quando cioè si doveva decidere il futuro dell’America, alla luce della crisi bancaria che rischiava di mandare all’aria il modello capitalista. Da quel tavolo, dove sedevano anche Bernanke, Greenspan , il presidente uscente Bush, il suo segretario al Tesoro Henry Paulson e qualche altro banchiere di spicco, prese vita l’embrione del QE. Questo per […]

“Se dovesse essere troppo forte (la reazione negativa dei mercati), gli investitori possono essere certi che la Bce interverrà per evitare che le sue scelte siano vanificate da condizioni finanziarie avverse.”   Quindi il nostro governatore “itagliano” ci dice che possiamo comprare anche il letame, visto che il Dio Banca Centrale sarà vigile affinché tutto vada liscio, in nome della posta messa sul piatto nel corso degli ultimi 3 anni. […]

Come anticipato in settimana, oggi parliamo di come sono cambiate nel tempo le aziende del settore tech rispetto agli anni 2000. Facciamo prima un passo indietro e vediamo cosa sta succedendo alla composizione del mercato americano. Per far questo prendiamo in considerazione l’indice Wilshire 5000, il quale viene considerato come “l’indice del mercato nella sua totalità”. Nato nel 1974 dalla Wilshire Associates, è stato progettato per monitorare il valore del […]

  • Nassim Taleb

    "... ma nella mia esperienza non sono mai stato coinvolto in un incidente degno di questo nome. Non ho mai visto una nave in difficoltà sulle rotte che ho percorso, non ho mai visto un naufragio. Né vi sono stato coinvolto io stesso e neppure mi sono mai trovato in una situazione che minacciasse di trasformarsi in un disastro." 1907 E.I.Smith, comandante del Titanic, dal Cigno Nero
  • Massime dalla Finanza

    "Regola n° 1: non perdere mai denaro. Regola n°2: non dimenticare mai la regola n°1" W. Buffett

    "È meglio avere quasi ragione che completamente torto" W. Buffett

    Non è importante che tu abbia ragione o torto, ma quanti soldi si fanno quando hai ragione e quanto si perde quando si ha torto. G. Soros

    Il nemico principale dell'investitore è probabile che sia se stesso. B. Graham
  • Siti

     Consulenza Vincente



  • License e Copyright

    Licenza Creative Commons

    Il blog e i relativi post sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.