MoneyRiskAnalysis – Borsadocchiaperti

S'ode un grido nella vallata. Rabbrividiscono le fronde degli alberi, suonate le campane, il falco è di nuovo a caccia!

Il debito pubblico Usa ha una proiezione al 120% per
il 2023, mentre quello tedesco per quella data è visto
scendere sotto il 50% del debito pubblico. Questa
dinamica, in assenza di una Fed interventista o di un
chiaro cambiamento della politica di bilancio tedesca,
volta a favorire investimenti pubblici, provocherà un
allargamento ulteriore degli spread sui tassi tra Bund
e T-Bond. Difficile, comunque, che la Fed possa
permettere un forte rialzo dei tassi sui titoli a lunga, in
quanto renderebbe il debito insostenibile. Di contro la
Germania sarà obbligata a fare investimenti
dall’interno attraverso una maggiore spesa pubblica.

Nel lungo termine, la mole di debito e l’indice
SP500 seguono la stessa traiettoria, salvo periodi
molto brevi di decorrelazione. Chi contribuisce alla
lunga a questa forte correlazione è senza dubbio
l’inflazione, oltre alla maggior spesa pubblica in
valori assoluti. Un debito in contrazione potrebbe
significare investimenti in contrazione che per le
società si tradurrebbe in minori utili. Sono
molteplici comunque le ragioni di detta
correlazione. Statisticamente i debiti più elevati
hanno prodotto tassi reali sempre più bassi a causa
degli interventi delle banche centrali.

In questo grafico a fianco possiamo finalmente
avere una chiara radiografia sull’impiego delle
risorse derivanti dagli incentivi fiscali attuati
dall’amministrazione Trump. Il CAPEX (CAPital
EXpenditur) non ha ancora rivisto i massimi del
2014, mentre i buy-backs sono decollati verso valori
mai visti fino ad oggi. Gli stessi pertanto, insieme
agli interventi Fed, hanno contribuito ad arginare i
realizzi visti nel 2018. Interessante osservare come
il massimo dei buy-backs registrato nel corso del
2007, sia stato questa volta letteralmente spazzato
via.

 

Categories: Miscellanea

Leave a Reply


  • Nassim Taleb

    "... ma nella mia esperienza non sono mai stato coinvolto in un incidente degno di questo nome. Non ho mai visto una nave in difficoltà sulle rotte che ho percorso, non ho mai visto un naufragio. Né vi sono stato coinvolto io stesso e neppure mi sono mai trovato in una situazione che minacciasse di trasformarsi in un disastro." 1907 E.I.Smith, comandante del Titanic, dal Cigno Nero
  • Massime dalla Finanza

    "Regola n° 1: non perdere mai denaro. Regola n°2: non dimenticare mai la regola n°1" W. Buffett

    "È meglio avere quasi ragione che completamente torto" W. Buffett

    Non è importante che tu abbia ragione o torto, ma quanti soldi si fanno quando hai ragione e quanto si perde quando si ha torto. G. Soros

    Il nemico principale dell'investitore è probabile che sia se stesso. B. Graham
  • Siti

     Consulenza Vincente



  • License e Copyright

    Licenza Creative Commons

    Il blog e i relativi post sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.