MoneyRiskAnalysis – Borsadocchiaperti

S'ode un grido nella vallata. Rabbrividiscono le fronde degli alberi, suonate le campane, il falco è di nuovo a caccia!

  • Questo sondaggio aiuta perfettamente a capire quanta strada in retromarcia sia stata fatta dall’Italia in tema di considerazione del concetto Europa. Ad oggi gli italiani, padri fondatori dell’Unione Europea e che ritengono cosa buona questa aggregazione, sono solo il 39%, contro l’80% dei tedeschi, degli olandesi e degli spagnoli. Definisco allarmante questo sondaggio, che conferma […]

  • La tensione tra Usa e Russia sembra aver preso una cattiva strada, forse pessima, soprattutto se guardiamo al fronte siriano. Ad aprire la guerra diplomatica contro Putin è stata sicuramente la GB, dopo le accuse sull’avvelenamento dell’agente Serghei Skripal. Le prime espulsioni infatti, hanno interessato personaggi discutibili russi in territorio britannico, ma tale operazione, con […]

  • SETTIMANALE: Secondo la teoria del “gli eccessi prima o dopo si pagano con gli interessi”, c’è da stare piuttosto abbottonati. Soprattutto la figura assomiglia a quelle che di solito passano alla storia. Qualche settimana fa avevo comparato la fase SP500 attuale a quella del Nasdaq nel 2000. Spezziamo comunque una lancia in favore dei perma-bullish […]

  • SETTIMANALE: L’Eurostoxx mostra la perfezione del quadrante di Gann che a quota 3520 indica la resistenza più importante. Nel breve il supporto da seguire con attenzione è posto a 3250 e successivo a 3155. Sotto questo livello sono attese accelerazioni verso il basso. La rsi settimanale è prossima ad entrare in territorio bearish con la […]

  • SETTIMANALE: la linea di Gann derivante dal quadrante che ho disegnato anni fa parla chiaro. Dopo la rottura avvenuta da tre settimane, l’indice tedesco ha perduto chiaramente la propria forza. Al momento il target più immediato lo troviamo a quota 11460, mentre un livello di intervento è situato a 10800. Sotto il supporto di 11460 […]

  • SETTIMANALE: L’indice più tenuto nella precedente settimana. Le ragioni sono da ricercare nella bassa direzionalità, oltre alla complicità di Draghi. Se crolla l’Italia e torniamo a parlare di periferici la vedo dura questa volta. Qualcuno si è arroccato. PUNTO. Il dato oggettivo è sicuramente la rottura del primo supporto a 22645, rappresentato dalla media a […]

  • Ah come rimpiango il vecchio giornale che sfogliavo tutte le mattine sulla scrivania, prima di iniziare la giornata lavorativa, per non parlare delle lunghe conversazioni con i clienti al telefono o con gli amici al bar nel bel mezzo di un aperitivo!!!   Oggi invece, insieme a qualche miliardo di persone sparso sulla Terra, mi […]

  • I cigni neri si manifestano sempre da dove meno te lo aspetti, anche se le conseguenze sono da ricercare in un cigno altrettanto nero manifestatosi nel Giugno 2016 il cui nome è Brexit. Theresa May ha annunciato l’espulsione di 23 diplomatici russi ritenuti agenti dei servizi di Mosca sotto copertura nel Regno Unito. La decisione […]

  • Tillerson era una delle poche colombe rimaste, all’interno di un’Amministrazione decisamente hawkish. Il fatto che Trump abbia preso la decisione di silurarlo e per lo più via Twitter, nominando Mike Pompeo come nuovo Segretario di Stato la dice lunga su come stia cambiando in negativo la politica estera degli Usa e di conseguenza la situazione geopolitica. […]

  • Le elezioni italiane hanno confermato un risultato completamente diverso da quello uscito in Francia circa un anno fa. Avevo sempre sottolineato il fatto, che a differenza dei francesi, gli italiani erano sempre più scettici riguardo all’Euro. Oltre il 50 percento degli italiani, non era tanto favorevole alla moneta unica, o meglio a questa UE, ritenuta […]

  •   La domanda non è “se”, ma “perché” ,  il Giappone vende T-Bond Usa? La banca del Giappone, con un bluff che forse passerà alla storia, oltre un anno fa, per dare l’idea di avere sotto controllo la politica monetaria, fissò un target minimo/massimo dei tassi decennali tra 0 e 0,10, in una fase in […]

  •   Jean Jaurès: è uno dei più grandi intellettuali francesi, del socialismo di inizio ‘900, che difese i diritti della classe operaia, la quale mano a mano, vide un impoverimento del potere di acquisto, mentre una minoranza capitalista si arricchiva sempre più. Alla vigilia della prima guerra mondiale, Jean Jaurès cercò di formare un movimento […]

  • È l’unica depressione di cui si ha notizia, comparabile per gravità ed estensione con la Grande Depressione degli anni 1930, e le sue concomitanze monetarie replicarono abbondantemente quelle di questa crisi successiva. In entrambe, una parte sostanziosa delle banche negli Stati Uniti cessò di esistere per chiusura o fusione –circa un quarto nella prima e […]

  • Dopo i “cesso di paesi”, a Trump non poteva mancare nella propria collezione lo scandalo con la pornostar di turno. Una certa Stephanie Clifford, che nel 2016 avrebbe ricevuto un compenso di 130 mila dollari per il suo silenzio. Il problema, è che l’avventura sessuale sarebbe avvenuta un anno dopo il matrimonio con Melania. Credo […]

  • Lo stock totale dei prestiti alle famiglie cinesi è in crescita del 25% da febbraio 2016. Questo ha spostato il rapporto pro capite debito/reddito ad un livello superiore al 100%. Il settore delle imprese ha raggiunto i 18 trilioni di dollari di debiti, e un sondaggio fatto da Reuters dice che il 25% delle aziende […]

Questo sondaggio aiuta perfettamente a capire quanta strada in retromarcia sia stata fatta dall’Italia in tema di considerazione del concetto Europa. Ad oggi gli italiani, padri fondatori dell’Unione Europea e che ritengono cosa buona questa aggregazione, sono solo il 39%, contro l’80% dei tedeschi, degli olandesi e degli spagnoli. Definisco allarmante questo sondaggio, che conferma oltretutto che ai Di Maio e ai Salvini non siamo arrivati per caso. Il grafico […]

La tensione tra Usa e Russia sembra aver preso una cattiva strada, forse pessima, soprattutto se guardiamo al fronte siriano. Ad aprire la guerra diplomatica contro Putin è stata sicuramente la GB, dopo le accuse sull’avvelenamento dell’agente Serghei Skripal. Le prime espulsioni infatti, hanno interessato personaggi discutibili russi in territorio britannico, ma tale operazione, con il passare dei giorni è diventata quasi come una prova di fedeltà richiesta ai paesi […]

SETTIMANALE: Secondo la teoria del “gli eccessi prima o dopo si pagano con gli interessi”, c’è da stare piuttosto abbottonati. Soprattutto la figura assomiglia a quelle che di solito passano alla storia. Qualche settimana fa avevo comparato la fase SP500 attuale a quella del Nasdaq nel 2000. Spezziamo comunque una lancia in favore dei perma-bullish dicendo che fino alla tenuta di 2450, parlare di crolli ci sembra imprudente. Detto questo […]

SETTIMANALE: L’Eurostoxx mostra la perfezione del quadrante di Gann che a quota 3520 indica la resistenza più importante. Nel breve il supporto da seguire con attenzione è posto a 3250 e successivo a 3155. Sotto questo livello sono attese accelerazioni verso il basso. La rsi settimanale è prossima ad entrare in territorio bearish con la rispettiva media. Migliori e peggiori per indice MRA E domani analisi Usa

SETTIMANALE: la linea di Gann derivante dal quadrante che ho disegnato anni fa parla chiaro. Dopo la rottura avvenuta da tre settimane, l’indice tedesco ha perduto chiaramente la propria forza. Al momento il target più immediato lo troviamo a quota 11460, mentre un livello di intervento è situato a 10800. Sotto il supporto di 11460  ovviamente si aprono scenari poco gradevoli. La prima resistenza da considerare la troviamo a 12500, […]

SETTIMANALE: L’indice più tenuto nella precedente settimana. Le ragioni sono da ricercare nella bassa direzionalità, oltre alla complicità di Draghi. Se crolla l’Italia e torniamo a parlare di periferici la vedo dura questa volta. Qualcuno si è arroccato. PUNTO. Il dato oggettivo è sicuramente la rottura del primo supporto a 22645, rappresentato dalla media a 21 WK. La stessa media ad oggi rappresenta la resistenza più immediata.  Dal grafico giornaliero […]

Ah come rimpiango il vecchio giornale che sfogliavo tutte le mattine sulla scrivania, prima di iniziare la giornata lavorativa, per non parlare delle lunghe conversazioni con i clienti al telefono o con gli amici al bar nel bel mezzo di un aperitivo!!!   Oggi invece, insieme a qualche miliardo di persone sparso sulla Terra, mi trovo a maneggiare uno smartphone o un computer, fornendo inconsapevolmente dati a chi poi li […]

I cigni neri si manifestano sempre da dove meno te lo aspetti, anche se le conseguenze sono da ricercare in un cigno altrettanto nero manifestatosi nel Giugno 2016 il cui nome è Brexit. Theresa May ha annunciato l’espulsione di 23 diplomatici russi ritenuti agenti dei servizi di Mosca sotto copertura nel Regno Unito. La decisione è stata pienamente appoggiata dalla Ue, dalla Nato e dagli Usa. Il primo ministro britannico […]

Tillerson era una delle poche colombe rimaste, all’interno di un’Amministrazione decisamente hawkish. Il fatto che Trump abbia preso la decisione di silurarlo e per lo più via Twitter, nominando Mike Pompeo come nuovo Segretario di Stato la dice lunga su come stia cambiando in negativo la politica estera degli Usa e di conseguenza la situazione geopolitica. Mike Pompeo, ex capo della Cia ed ex militare è oggi considerato un falco in […]

Le elezioni italiane hanno confermato un risultato completamente diverso da quello uscito in Francia circa un anno fa. Avevo sempre sottolineato il fatto, che a differenza dei francesi, gli italiani erano sempre più scettici riguardo all’Euro. Oltre il 50 percento degli italiani, non era tanto favorevole alla moneta unica, o meglio a questa UE, ritenuta (ingiustamente) la responsabile dei problemi del nostro Paese. Ebbene, questa tendenza si è concretizzata chiaramente, […]

  La domanda non è “se”, ma “perché” ,  il Giappone vende T-Bond Usa? La banca del Giappone, con un bluff che forse passerà alla storia, oltre un anno fa, per dare l’idea di avere sotto controllo la politica monetaria, fissò un target minimo/massimo dei tassi decennali tra 0 e 0,10, in una fase in cui i rendimenti stavano sprofondando largamente sotto lo zero. In quel momento, tale mossa, sembrava […]

  Jean Jaurès: è uno dei più grandi intellettuali francesi, del socialismo di inizio ‘900, che difese i diritti della classe operaia, la quale mano a mano, vide un impoverimento del potere di acquisto, mentre una minoranza capitalista si arricchiva sempre più. Alla vigilia della prima guerra mondiale, Jean Jaurès cercò di formare un movimento pacifista, basato sulla non reazione del movimento operaio internazionale, in risposta alle tensioni che nacquero […]

È l’unica depressione di cui si ha notizia, comparabile per gravità ed estensione con la Grande Depressione degli anni 1930, e le sue concomitanze monetarie replicarono abbondantemente quelle di questa crisi successiva. In entrambe, una parte sostanziosa delle banche negli Stati Uniti cessò di esistere per chiusura o fusione –circa un quarto nella prima e oltre un terzo nell’ultima contrazione–e la quantità di denaro decrebbe di circa un terzo. Non […]

Dopo i “cesso di paesi”, a Trump non poteva mancare nella propria collezione lo scandalo con la pornostar di turno. Una certa Stephanie Clifford, che nel 2016 avrebbe ricevuto un compenso di 130 mila dollari per il suo silenzio. Il problema, è che l’avventura sessuale sarebbe avvenuta un anno dopo il matrimonio con Melania. Credo che questo sia un bel biglietto da visita per avviare una procedura di impeachment, verso […]

Lo stock totale dei prestiti alle famiglie cinesi è in crescita del 25% da febbraio 2016. Questo ha spostato il rapporto pro capite debito/reddito ad un livello superiore al 100%. Il settore delle imprese ha raggiunto i 18 trilioni di dollari di debiti, e un sondaggio fatto da Reuters dice che il 25% delle aziende non ha avuto profitti sufficienti a coprire gli interessi. Le autorità centrali guidano le banche […]

  • Nassim Taleb

    "... ma nella mia esperienza non sono mai stato coinvolto in un incidente degno di questo nome. Non ho mai visto una nave in difficoltà sulle rotte che ho percorso, non ho mai visto un naufragio. Né vi sono stato coinvolto io stesso e neppure mi sono mai trovato in una situazione che minacciasse di trasformarsi in un disastro." 1907 E.I.Smith, comandante del Titanic, dal Cigno Nero
  • Massime dalla Finanza

    "Regola n° 1: non perdere mai denaro. Regola n°2: non dimenticare mai la regola n°1" W. Buffett

    "È meglio avere quasi ragione che completamente torto" W. Buffett

    Non è importante che tu abbia ragione o torto, ma quanti soldi si fanno quando hai ragione e quanto si perde quando si ha torto. G. Soros

    Il nemico principale dell'investitore è probabile che sia se stesso. B. Graham
  • Siti

     Consulenza Vincente



  • License e Copyright

    Licenza Creative Commons

    Il blog e i relativi post sono distribuiti con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.